venerdì 30 dicembre 2011

mercoledì 28 dicembre 2011

martedì 27 dicembre 2011

lunedì 26 dicembre 2011

martedì 20 dicembre 2011

domenica 18 dicembre 2011

Eroi della guerra di Troia


Eroi della guerra di Troia.

La dea cretese dei serpenti


La dea cretese dei serpenti.
Molte copie di questa figura sono stati rinvenuti sull'isola di Creta, uno dei più belli esempi si trova ora nell museo Archeologico di Heraklion. Gli studiosi dibattito se l'immagine mostra un
dea o una sacerdotessa l'esecuzione di un rituale.

Seth, God of Confusion: A Study of His Role in Egyptian Mythology and Religion

Seth, God of Confusion: A Study of His Role in Egyptian Mythology and Religion

H. Te Velde

Nel complesso, l'autore fornisce un eccellente profilo del dio Seth (o Set) e la sua collocazione nel pantheon egiziano. Discussa in dettaglio è la simbologia contenuta nella storia del conflitto di Seth con Horus. Analizzato il rapporto di Seth a Iside, Osiride, e Nepthys, e la sua particolare posizione come un dio degli stranieri.
Nel Corso della lunga storia dell'antico Egitto, Seth è stato alternativamente onorato e disprezzato in alternativa.
Alla fine, l'Egitto è venuto sempre più sottomesso al dominio degli stranieri, Seth, il dio associato con gli stranieri e a ciò che è straniero, è diventato completamente demonizzato nella mente popolare, e potrebbe anche essere stato il prototipo del Satana cristiano.
La monografia è scritta per lo specialista in egittologia, piuttosto che per un semplice e comune lettore generale.
Le citazioni non tradotte, naturalmente, creano difficoltà per i lettori che conosco il tedesco e il francese.

sabato 17 dicembre 2011

martedì 13 dicembre 2011

martedì 6 dicembre 2011

Cult and Koinon in Hellenistic Thessaly

Cult and Koinon in Hellenistic Thessaly
(Brill Studies in Greek and Roman Epigraphy)

Denver Graninger

Cult and Koinon in Hellenistic Thessaly esamina l'espansione territoriale della Lega tessala ca. 196-27 aC e lo sviluppo della religione di Stato della Lega. I singoli capitoli tracciano l'adozione di un calendario comune in Tessaglia dai nuovi membri della Lega, la creazione di nuove feste regionali, l'elaborazione o la ristrutturazione di vecchi culti, e la partecipazione League in una rete di feste; Il culto potrebbe anche mettere in atto alternative a questo accordo politico, tuttavia, le antiche tradizioni religiose hanno continuato a essere mantenuti, sia all'interno dei nuovi territori della lega e soprattutto a Delfi. Il risultato è un ritratto fresco della politica di culto sul continente greco nel periodo più tardo ellenistica.

lunedì 5 dicembre 2011

Polis and Personification in Classical Athenian Art (Monumenta Graeca Et Romana)

Polis and Personification in Classical Athenian Art (Monumenta Graeca Et Romana)
Amy C. Smith

In questo studio si indaga sull'uso di personificazioni politiche nelle arti visive di Atene nel periodo classico (480-323 aC). Se su oggetti che servivano principalmente ruoli privati ​​(es. vasi decorati) o ruoli pubblici (ad esempio statue di culto e documento stele), queste personificazioni rappresentato aspetti dello stato di Atene, la sua genhttp://www.blogger.com/post-create.g?blogID=4148187693158210019te, il governo, e gli eventi, così come le virtù (ad esempio Nemesi, Peitho o Persuasione, e Irene o Pace). Ateniesi usato lo stesso linguaggio figurale per rappresentare altri luoghi e dei loro popoli. Questo è l'unico studio sulle personificazioni ci consente di osservare il clima intellettuale e politico di Atene nel periodo classico.

sabato 3 dicembre 2011

una serie di statue e statuette votive in terracotta ritrotrave nel santuario di Ayia Irini a Cipro


una serie di statue e statuette votive in terracotta ritrotrave nel santuario di Ayia Irini a Cipro.

La dea Auxerre


La dea Auxerre.

Essa presenta un ottimo esempio del "sorriso arcaico", tipica delle sculture di questo periodo di uomini e donne. William Harris, scrivendo di Saffo, uno dei più grandi poeti del mondo, ha questo da dire circa il sorriso arcaico:

"Se si va in un museo e davanti a una statua con il sorriso arcaico, è possibile fissarla per diversi minuti senza muovere gli occhi, fino a quando il viso diventa normalizzato e familiare. Poi alla fine i tuoi occhi lampeggiano, e vedrete in un lampo la statua sorride di nuovo a voi. Ho fatto molte volte per verificare il lavoro svolto e l'animazione immaginativa del sorriso arcaico veramente ha luogo. Ma funziona, allora sorge la domanda, perché la scultura "sorriso" scompaiono nella scultura greca più tardi? Ho il sospetto che era potrebbe essere stato abusato ed è diventato una funzione automatica di pietra del tempio ordinaria. Oppure può avere figli spaventati e alcuni fedeli, che temevano una faccia in movimento pietra. Ma è scomparso più di una generazione, e che all'improvviso un fuga non può essere stato un incidente scultoreo."

Pharmakon: Plato, Drug Culture, and Identity in Ancient Athens

Pharmakon: Plato, Drug Culture, and Identity in Ancient Athens
Michael A. Rinella

Pharmakon: Platone, cultura della droga, e identità nell'antica Atene esamina la preoccupazione emergente per controllare gli stati di estasi psicologico nella storia del pensiero occidentale, concentrandosi sulla Grecia antica (c. 750-146 aC), in particolare il periodo classico (c. 500 - 336 aC) e soprattutto i dialoghi del filosofo ateniese Platone (427 -. 347 aC) utilizzare una gamma diversificata di materiali che vanno dalla letteratura, filosofia, medicina, botanica, la farmacologia, la religione, magia, e la legge, Pharmakon ridisegna il contesto del nostro modo di leggere e interpretare i dialoghi di Platone. Michael A. Rinella dimostra come la rivendicazioni di potere e la verità della filosofia, più volte paragonato ad un pharmakon, si oppone all'autorità culturale di una serie di altre occupazioni nelle antiche società greca che deriva dal loro poteri, o paragonato la loro autorità per alcuni pharmakon . Tra queste, la religione dionisiaca ed eleusini, i medici e altri guaritori, maghi e magie di altri lavoratori, poeti, sofisti, retori. Libro accessible, ma impegnativo allo specialista, Pharmakon è un esame completo del luogo di farmaci nel pensiero antico, che costringono il lettore a comprendere Platone in un modo nuovo.