sabato 3 dicembre 2011

Pharmakon: Plato, Drug Culture, and Identity in Ancient Athens

Pharmakon: Plato, Drug Culture, and Identity in Ancient Athens
Michael A. Rinella

Pharmakon: Platone, cultura della droga, e identità nell'antica Atene esamina la preoccupazione emergente per controllare gli stati di estasi psicologico nella storia del pensiero occidentale, concentrandosi sulla Grecia antica (c. 750-146 aC), in particolare il periodo classico (c. 500 - 336 aC) e soprattutto i dialoghi del filosofo ateniese Platone (427 -. 347 aC) utilizzare una gamma diversificata di materiali che vanno dalla letteratura, filosofia, medicina, botanica, la farmacologia, la religione, magia, e la legge, Pharmakon ridisegna il contesto del nostro modo di leggere e interpretare i dialoghi di Platone. Michael A. Rinella dimostra come la rivendicazioni di potere e la verità della filosofia, più volte paragonato ad un pharmakon, si oppone all'autorità culturale di una serie di altre occupazioni nelle antiche società greca che deriva dal loro poteri, o paragonato la loro autorità per alcuni pharmakon . Tra queste, la religione dionisiaca ed eleusini, i medici e altri guaritori, maghi e magie di altri lavoratori, poeti, sofisti, retori. Libro accessible, ma impegnativo allo specialista, Pharmakon è un esame completo del luogo di farmaci nel pensiero antico, che costringono il lettore a comprendere Platone in un modo nuovo.

Nessun commento:

Posta un commento